Menu

Helipad Capo Verde

Read more

Location:

Sanremo,Italy

Year:

2021

Client:

Municipality of Sanremo

Budget:

11.507.297 €

Contract:

Preliminary

Info:

13.700 mq area totale, 1.424 mq hangar, 200 mq uffici dogana, 490 mq uffici, 230 mq uffici RivierAcque, 8.210 mq piazzale

Scopo dello studio di fattibilità è la verifica della compatibilità dell’intervento con il contesto e con gli atti di pianificazione territoriale.
La nuova Elisuperficie di Capoverde è posta all’interno di un’ampia area di proprietà pubblica destinata a servizi, nella quale sono presenti l’impianto di depurazione (Se 221) e una piazzola destinata ad elisuperficie (Se 34).
Per gli aspetti urbanistici l’intervento proposto è coerente con la pianificazione vigente: l’area è già destinata a pubblici servizi ed in particolare è già presente l’elisuperficie la cui funzione, di fatto, viene confermata e potenziata. Per il PUC vigente gli edifici con funzione a pubblici servizi non costituiscono superficie agibile e possono essere realizzati in ogni ambito senza specifiche limitazioni in quanto destinati a soddisfare esigenze relative alle dotazioni territoriali, da dimensionare in sede progettuale in funzione delle necessità.
Il sito è in posizione strategica ed è direttamente connesso alle infrastrutture per la mobilita, si trova infatti a margine della via Aurelia e dello svincolo “Armea” della variante al SS. 1 (c.d. Aurelia Bis), arteria che a sua volta è collegata con il casello di Taggia dell’autostrada A10.
Al fine di migliorare l’accessibilità e superare le criticità dell’attuale innesto all’area del depuratore, lo studio prevede la realizzazione di una bretella dipartentesi dalla rotatoria esistente. Per superare l’interferenza con la pista ciclopedonale è prevista la modifica della livelletta di quest’ultima e la realizzazione di un ponticello per consentire il sottopasso. Il collegamento previsto consente l’agevole accesso, in condizioni di sicurezza, all’impianto di
depurazione, all’elisuperficie e al cantiere nautico esistente. È altresì prevista la razionalizzazione dell’attuale accesso mediante la creazione di corsie di ingresso ed uscita separate da aiuole spartitraffico. Tale intersezione avrà esclusivo utilizzo di servizio da parte dei mezzi di soccorso e
dai trasporti eccezionali qualora se ne ravvisi la necessità.
Sono state effettuate con Riviera Acque – Società che gestisce il depuratore comunale – le verifiche preliminari di compatibilità dell’intervento, dalle quali è emersa la necessità di prevedere il consolidamento dei solai di copertura della parte di struttura più vecchia posizionata
in direzione Levante. Infatti, tale struttura in calcestruzzo armato risulta ammalorata e con evidenti segni di carbonatazione; la realizzazione dell’elisuperficie costituirà l’occasione per la messa in sicurezza strutturale dell’impianto esistente.
Lo studio prevede la costruzione di due grandi piazzali fronte mare che appoggiano sul lato di ponente in parte sulle strutture del depuratore interrato ed in parte su terreno libero, occupato da vegetazione spontanea, verso il lato di ponente.
I due piazzali sono posti a quote diverse con un dislivello di circa 2,50 m, collegati da una rampa avente pendenza del 10%; il piazzale posto a livello superiore (lato ponente) è destinato agli atterraggi e partenze giornaliere, mentre il secondo piazzale (lato levante) è dedicato ai clienti abituali che possono ricoverare l’aeromobile negli hangar situati a margine, aventi capacità di parcamento fino ad un massimo di 6 elicotteri. Sono previste in totale 10 piazzole di cui una, all’estremità di levante, riservata all’elisoccorso in posizione direttamente raggiungibile dal varco est.
A ridosso della viabilità interna, in continuità con l’esistente edificio destinato ad uffici di Riviera Acque, sono previsti la costruzione di:
– (a ponente) nuovi uffici al servizio di Riviera Acque, dell’Agenzia delle Dogane e dell’elisuperficie, sfruttando in parte l’edificio esistente;
– (a levante) hangar per il ricovero degli elicotteri in sosta.